DIH-Digital Innovation Hub – un progetto condiviso

digital_innovation

Confcooperative Marche e Legacoop Marche sono pronte per partecipare ad un progetto condiviso per la creazione di un centro di innovazione europeo. L’associazione di cooperative risponde così all’appello dell’assessora regionale alle Attività produttive, Manuela Bora, che ha lanciato la proposta di creare un network sull’intelligenza artificiale nelle Marche per rispondere alla ricerca di 30 centri di innovazione da parte dell’Unione europea.


Un appello all’integrazione, quello dell’assessora Bora, rivolto soprattutto alle associazioni di categoria che hanno ottenuto i finanziamenti della Regione Marche per la realizzazione dei DIH-Digital Innovation Hub. I progetti finanziati sono stati quelli creati dal tandem Confcooperative Marche-Legacoop Marche, da Cna Marche e Compagnia delle Opere Marche Sud, da Confindustria Marche, da Confartigianato e Claai insieme e da Confcommercio Marche Centrali.
La Regione Marche sta puntando sulla digitalizzazione: il Digital Innovation Hub è un tassello importante all’interno della legge n. 25 del luglio 2018 che promuove il percorso per offrire alle piccole e medie imprese, anche alle più piccole, servizi utili alla realizzazione della fabbrica intelligente.
“L’Unione europea sta cercando 30 centri di innovazione digitale in almeno otto Paesi membri per creare un network focalizzato sull’intelligenza artificiale – ha affermato Bora -, le Marche hanno le carte in regola per essere selezionate, a patto che, alla call, si risponda in forma aggregata”. La sfida europea, ha sottolineato l’assessora regionale alle Attività produttive, “richiede massima collaborazione tra le associazioni di categoria. Le Marche hanno competenze e forza per arrivare a rispondere alla call europea con un unico Digital Innovation Hub a perimetro regionale”.