Il nuovo codice degli appalti

Il nuovo codice degli appalti

Con il seminario tenutosi il 18 luglio scorso, rivolto ai responsabili delle cooperative dei settori sociale e produzione lavoro che si occupano della gestione dei bandi di gara, Confcooperative Marche ha approfondito la riforma del nuovo Codice degli appalti per favorire un primo approfondimento sulle questioni legate alle novità introdotte dal nuovo Codice e per valutare opportunità e modalità di collaborazione tra le realtà interessate.

Tra i relatori l’Avv. Pietro Moro – Italian Consulting Network (ICN),  l’Avv. Alessandro Lucchetti – Componente Tavolo tecnico riforma codice appalti di Federlavoro e Servizi Nazionale e la Dott.ssa Francesca Minerva– Responsabile progetto Sportelli Imprese Consip.

Il seminario è stato introdotto da Corrado Conti – Presidente di Federlavoro Marche e Roberto Frullini – Presidente di Federsolidarietà Marche.

Massimo Stronati, il Presidente ha concluso i lavori esprimendo soddisfazione: “L’Iniziativa è stata molto apprezzata ed i contenuti sono stati resi fruibili da relatori bravissimi.”

Le relazioni di: Alessandro Lucchetti- del Tavolo Tecnico Riforma Codice Appalti di Federlavoro e Servizi nazionale, Pietro Moro di Italian Consulting Network e Francesca Minerva – Responsabile Progetto Sportelli in Rete di Consip, hanno contribuito a rendere il livello del seminario di forte spessore.

“La vera forza propositiva della cooperazione di servizi e sociale delle Marche – ha proseguito Stronati- sarà pronta nell’affrontare le novità normative introdotte dal nuovo codice. La Confcooperative e la FEDERLAVORO sia a livello nazionale che territoriale saranno vicine alle cooperative incidendo molto nei confronti delle stazioni appaltanti per far conoscere l’importanza del sistema cooperativo del territorio Tutte queste novità porteranno, inoltre, ad incrementare una imprenditoria cooperativa nuova più aperta alle sinergie e alle reti: senza confini settoriali e privilegiando l’imprenditoria cooperativa strutturata”.

 

Scarica qui il programma del seminario